SocialMediaLife.it

Come sfruttare EdgeRank di Facebook

Un algoritmo che decide come e quali contenuti visualizzi sul social network.

EdgeRank è uno degli algoritmi più importanti nel marketing da social network ed è l’unico e solo responsabile nel determinare ciò che appare nel flusso delle notizie di ogni utente Facebook. Nonostante la sua importanza nella manipolazione dei contenuti, pochissimi possono dire di averne sentito parlare e ancora meno possono affermare di averlo pienamente compreso.

Sapere cos’è e come funziona questo algoritmo è comunque un aspetto essenziale per tutti coloro che cercano di commercializzare, vendere un servizio o fare del personal branding su Facebook.

Cos’è Edgerank, il nome la dice lunga

EdgeRank: un valore associato ad ogni contenuto immesso nel social network, qualsiasi sia il suo divulgatore, qualsiasi sia il suo contenuto ad ogni oggetto postato viene attribuito un valore che lo identifica in termini di importanza. Secondo tale logica il newsfeed non è un semplice trascorrere di notizie, ma un insieme dei contenuti “più importanti” la cui rilevanza è determinata dall’omonimo algoritmo EdgeRank.

Cosa fa: elementi chiave dell’EdgeRank

Riassumendo: l’algoritmo EdgeRank analizza di continuo le attività di ogni utente Facebook attribuendo a ogni singolo contenuto un valore di importanza in relazione alle affinità, al numero di iterazioni e al numero di contenuti condivisi dal resto degli utenti. Tutto ciò col fine di promuovere contenuti ritenuti accattivanti dal pubblico rendendo il newsfeed un terreno da conquistare a colpi di EdgeRank che supera quello delle altre notizie.

Come aumentare il proprio EdgeRank

  1. Aumentare l’affinità tra chi ti segue e te stesso: la parola d’ordine è commentare. Iniziare una discussione tramite gli aggiornamenti di stato a cui potrebbero contribuire i followers. Il numero dei commenti aumenterà la probabilità che quel particolare elemento appaia nel newsfeed, e che chiunque abbia dato un contributo accresca la sua affinità con te, in modo che i tuoi contenuti abbiano maggiore EdgeRank nel suo newsfeed.
  2. Individuare persone e aziende che hanno un interesse specifico nella tua attività: trovare un pubblico più piccolo ma più coinvolto, di nicchia, al fine di ottenere più presenze indipendenti nel feed, attraverso condivisioni multiple di diversi utenti.
  3. Utilizzare video e link esterni al social: questi elementi hanno un EdgeRank associato maggiore e incorporarli in aggiornamenti di stato e commenti permette ai propri post di permanere nel newsfeed più a lungo o di raggiungere potenzialmente un pubblico più ampio.
  4. Ricordare che i “Mi Piace” non hanno nessuna valenza per l’EdgeRank: avere molti likes ai propri post significa solo che quei “potenziali clienti” sono stati raggiunti dai tuoi contenuti.

Tommaso Grenga

Exit mobile version