SocialMediaLife.it

Mantieni viva l’Arte (e non solo) su Facebook

Su Facebook da un pò di tempo è nata una nuova catena di Sant’Antonio per mantenere viva l’Arte. Sarà veramente così?

Nasce Con l’intento di mantenere viva l’Arte e di far scoprire a più amici possibile artisti noti e meno noti. Funzionamento semplicissimo: si posta l’immagine di un’opera con la didascalia di rito e aspettando che qualcuno clicchi Like. Poi assegnate a quel qualcuno un artista a caso e lui dovrà postare sulla sua bacheca un’opera di quell’artista e ripetere il tutto. Cosi ad infinitum.

Ottima iniziativa, carina e coinvolgente che però, a detta di alcuni, non stimola per nulla a mantenere viva l’Arte. Modestamente, non essendo una intenditrice, a me sembra invece un’ottima social experience, se non altro perchè per un pò si vedranno foto di quadri e non foto da “bimbiminkia, “selfie” o altro sulle bacheche.

E’ vero, magari non sarà un gioco su Facebook a far aumentare il numero di visitatori ai musei, così come non sarà l’iniziativa del 21 dicembre “I libri non si bruciano. Si leggono” di mettere una copertina di un libro come immagine del profilo a far incrementare il numero di lettori in Italia. Però c’è anche da dire che viviamo in un Paese che è fatto di Cultura, respira e mangia Cultura, è fondato sulla Cultura ma la cosa più assurda è che nessuno se lo ricorda: o meglio, ce ne ricordiamo solo quando crolla un muro a Pompei, quando si adottano nuovii tagli, si chiudono biblioteche o quando gli studenti scendono in piazza perchè hanno fame di Sapere.

E’ solo un gioco, ma a me piace e per una volta non mi dà così fastidio il modus di Catena di Sant’Antonio.

Ps: se poi proprio non vi va giù la storia della cultura, adesso c’è anche la catena sulle icone del trash e quella sui calciatori; fate vobis.

Francesca Lizi

Exit mobile version