Instagram

Come applicare l’Influencer Marketing su Instagram nel 2020

Approfondimenti sull’influencer marketing su Instagram nel 2020. A cura di Depositphotos

L’estetica troppo raffinata di Instagram sta scomparendo. È arrivato Tik Tok a rimpiazzare Instagram. Queste e molte altre dichiarazioni su ciò che sta accadendo su Instagram in questo momento sono solo dei vaghi suggerimenti su cosa ci riserva il futuro.

Al momento, Instagram è una piattaforma di social media in rapida crescita che ha oltre 1 miliardo di utenti attivi. Risulta inoltre ancora più conveniente come marketplace.

I numeri non mentono, e ci sono ottime opportunità per promozioni e partnership su Instagram. Leggi l’articolo di esperti di Depositphotos per scoprire se il tuo marchio ha davvero bisogno del marketing degli influencer su Instagram nel 2020 e su come utilizzare al meglio questo canale promozionale.

Proposta

Cos’è Influencer Marketing?

L’influencer marketing è un approccio alla pubblicità sui social media che implica la collaborazione con celebrità, personaggi meno famosi o chiunque abbia un seguito già affermato e leale per promuovere i tuoi beni o servizi.

Parte del marketing degli influencer può comportare l’inserimento di prodotti nel feed o nelle storie dell’influencer. In questo modo, raggiungi più persone con l’aiuto di coloro che hanno già un seguito ampio e fedele e la tendenza a influenzare davvero le scelte e le opinioni della folla.

influencer marketing su instagram
Photo partner by © Depositphotos

Di solito costituisce una parte della strategia di marketing generale del marchio e viene utilizzato per scopi quali:

  • aumentare la consapevolezza del brand;
  • guadagnare nuovo pubblico;
  • generare contatti;
  • migliorare i tassi di conversione;
  • gestire la reputazione;
  • e altro ancora.

Tuttavia, affinché il marketing degli influencer sia efficiente, è necessario comprendere chiaramente cos’è un influencer.

Chi è un influencer?

Un influencer è una persona che ha un certo livello di competenza in un particolare settore e può influenzare il processo decisionale del suo pubblico. A seconda delle dimensioni del pubblico, gli influencer sono divisi in tipi, da mega- a nano-influencer.

Mentre i mega– e i macro-influencer sono celebrità che possono avere decine di migliaia o addirittura milioni di follower, i micro– e i nano-influencer di solito hanno rispettivamente fino a 1000 o 10.000 follower. Questi ultimi tipi di influencer dei social media sono molto richiesti tra i brand in questo momento, poiché hanno un pubblico contenuto ma fedele.

Il numero di follower di recente non è un indicatore rilevante. Ci sono così tante app e tecniche che consentono di aumentare le dimensioni del pubblico che ciò che conta davvero quando si collabora con un influencer è la qualità dei follower, così come le metriche di copertura e coinvolgimento.

Tuttavia, prima di tutto ciò, devi decidere su quale piattaforma appoggiarti per il social media marketing. Puoi scegliere tra YouTube, Facebook, Tik Tok, Twitter o qualsiasi altro social media ma secondo l’Influencer Marketing Benchmark Report Instagram rimane di gran lunga il miglior canale per affidarsi alla pubblicità degli influencer.

Perché Instagram è il miglior social media per l’influencer marketing?

Lanciato nel 2010, Instagram celebrerà il suo decimo anniversario quest’anno. Da quel momento, ha letteralmente stravolto le nostre vite ed è cresciuto da zero a un miliardo di utenti attivi mensili. Questo social media è anche responsabile dell’aumento e la diffusione degli influencer. Non sorprende che il 79% delle persone lo consideri il miglior canale per il marketing degli influencer.

Ci sono statistiche ancora più interessanti che devi conoscere per decidere se Instagram sarà il canale di marketing principale o addirittura l’unico per il tuo brand:

  1. gli utenti di Instagram trascorreranno circa 28 minuti al giorno navigando sulla piattaforma nel 2020;
  2. 500 milioni di persone usano le storie di Instagram ogni giorno;
  3. la potenziale copertura pubblicitaria di Instagram è di oltre 800 milioni di utenti;
  4. i marketer statunitensi spendono il 69% dei loro budget pubblicitari per influencer su Instagram;
  5. Il 62% delle persone afferma di essersi interessato maggiormente a un prodotto o servizio dopo averlo visto nelle Storie.

Questi risultati e previsioni sono impressionanti e i brand dovrebbero sicuramente cercare di trarne il massimo vantaggio.

Come usare Instagram per il marketing tramite gli influencer

L’influencer marketing di Instagram è una strategia a lungo termine che può funzionare collaborando con l’influencer giusto ed elaborando una strategia passo-passo.

Passaggio 1: imposta degli obiettivi

La prima cosa da fare è fissare degli obiettivi per la tua campagna di marketing tramite influencer. A seconda di ciò che vuoi ottenere, devi scegliere un influencer.

Se miri ad aumentare la consapevolezza del marchio, puoi puntare su un influencer/celebrità in grado di condividere informazioni sul tuo brand con centinaia di migliaia di persone. Se l’obiettivo è generare contatti e migliorare i tassi di conversione, è necessario collaborare con un influencer con un pubblico piuttosto piccolo ma fedele.

Dopo aver preso nota della strategia e dei suoi obiettivi, puoi procedere con la scelta di un influencer.

Passaggio 2: scegli un influencer

Il modo più semplice per trovare influencer è semplicemente cercarli su Google. Puoi anche cercare influencer direttamente su Instagram o collaborare con loro attraverso piattaforme come Upfluence o CreatorIQ.

Prova a cercare quelli i cui valori e messaggi si allineano a quelli del tuo brand. Questo approccio ti consentirà di raggiungere il pubblico giusto e, con il tempo, acquisire clienti fedeli.

Passaggio 3: chiedi delle statistiche

Come abbiamo già detto, il numero di follower non è l’indicatore più affidabile. Come marchio, non puoi fidarti di ciò che vedi in superficie. Per garantire un ritorno delle risorse che hai speso per la partnership, è prudente chiedere a un influencer di condividere le sue statistiche di Instagram.

Questa è una pratica comune al giorno d’oggi, e se un influencer non ha nulla da nascondere condividerà sicuramente con te almeno i numeri di base, come la portata e il coinvolgimento.

Passaggio 4: prova, e poi fai partire la campagna

Non devi decidere immediatamente se collaborare con uno o più influencer. Prima di firmare un contratto ed avviare delle campagne, puoi chiedere a un influencer di testare e pubblicare un post o una storia. Entro 24 ore sarai in grado di vedere i primi risultati.

Analizza e confronta i risultati per decidere su future partnership con un influencer piuttosto che un altro. Solo dopo potrai firmare un contratto e far partire la tua campagna di marketing tramite influencer.

Passaggio 5: analizza i risultati

Il passaggio precedente non è l’ultimo da eseguire. Al termine della campagna, è possibile eseguire analisi avanzate e ispezionare a fondo i risultati. Oltre alle metriche di coinvolgimento e portata – che funzionano perfettamente per obiettivi come la sensibilizzazione del marchio e la conquista di un nuovo pubblico – puoi anche analizzare il numero di adesivi aggiunti nelle Storie o utilizzare codici promozionali personalizzati per vedere contatti e conversioni.

Questi 5 passaggi sono al centro di una campagna di influencer marketing di successo su Instagram, ma c’è un’altra cosa che puoi fare per essere certo che tutti i tuoi sforzi non siano vani – fai attenzione alle tendenze.

Le tendenze dell’influencer marketing su Instagram da tenere d’occhio nel 2020

Onestà

L’onestà è una ricetta fatta di relazioni credibili tra un marchio e il suo pubblico ma anche una tendenza importante per il 2020, secondo la ricerca di Depositphotos.

Con Instagram che consente di taggare ed evidenziare le sponsorizzazioni, la battaglia alla disinformazione attraverso il controllo dei fatti e la fine dell’estetica eccessivamente patinata di Instagram, i brand e gli influencer sembrano essere pronti a seguire questo percorso. Se i marchi da parte loro condividono più dettagli dei prodotti o servizi, gli influencer sono portati a riconoscere che una parte significativa dei loro contenuti sono post sponsorizzati per i quali ricevono denaro o altri beni.

Video

Sembra che il 68% delle persone desideri conoscere un nuovo prodotto o servizio guardando un breve video. E il dato ancora più interessante è che il 91% degli esperti di marketing è soddisfatto del ROI del video marketing sui social media.

Parlando delle statistiche dei video di Instagram, anche i numeri danno ragione a questa tendenza, poiché 1 consumatore su 4 ha effettuato un acquisto dopo aver visto una storia. Tuttavia, nel 2020, la produzione di contenuti video non è ancora sufficiente. I video condivisi dagli influencer sui loro account Instagram dovrebbero essere brevi e verticali.

Micro- e nano-influencer

Nel 2020, la tendenza a collaborare con micro- e nano-influencer continuerà a crescere. Ciò è dovuto al fatto che gli influencer che hanno fino a 10.000 follower sono più facili da raggiungere. Non hanno un gran numero di offerte da parte dei brand e accettano più volentieri le partnership rispetto a quelli con 50.000 follower o più.

Inoltre, la comunicazione di micro- e nano-influencer con il loro pubblico è più personalizzata. Per questo motivo, i marchi si rivolgono a loro con l’obiettivo di raggiungere gli obiettivi di marketing attraverso la qualità e non la quantità di potenziali contatti. Una partnership con un micro- e nano-influencer è anche un modo per entrare in un nuovo mercato, in quanto di solito il loro pubblico è locale. Segui il blog di Depositphotos per conoscere il potenziale commerciale e pubblicitario di immagini e video, nonché le piattaforme focalizzate sul contenuto visivo.

A cura di Depositphotos

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also
Close
Back to top button
Close
Close