SocialMediaLife.it

Twitter imputa la mancata crescita di utenti a Apple

Twitter dà la colpa a Apple per la scarsa crescita di utenti nell’ultimo trimestre 2014 per una falla nell’update di iOS8. In cantiere una partnership con Google.

Sembra proprio che Twitter non riesca più a crescere. Ma secondo i vertici della piattaforma di microblogging la principale causa dei 4 milioni di utenti in meno a fine dicembre scorso, sarebbe imputabile soprattutto ad una falla inaspettata nell’aggiornamento di iOS 8, il sistema operativo mobile targato Apple. Tale problema ha causato ripercussioni nell’accesso a Twitter dal browser web della società di Cupertino.

Dick Costolo, CEO di Twitter, ha dichiarato:

La società è intervenuta tempestivamente per porre rimedio al problema, che però non è stato del tutto risolto.

Si continua ad attendere una crescita degli utenti che si registra sempre inferiore alle previsioni

Twitter riesce a battere le aspettative degli analisti riguardo a entrate e utili, ma delude ancora la borsa di Wall Street per il numero degli utenti. Ci fu una grande gioia iniziale quando Twitter fece il suo ingresso alla Borsa di New York. Nel quarto trimestre 2014 la società ha fatto registrare entrate per 479 milioni di dollari, un risultato superiore alle aspettative che parlavano di 453 milioni. E in confornto con l’ultimo trimestre del 2013, quando le entrate ammontavano a 249 milioni, Twitter ha fatto registrare un aumento del 97%.

Nonostante questi risultati, Twitter ha chiuso un 2014 alquanto travagliato, difatti, le azioni del gruppo hanno perso il 37% di valore. Questo soprattutto dovuto al trend negativo del calo degli utenti, una tendenza che oramai dura da mesi. Anche se nel quarto trimestre del 2014 a ‘cinguettare’ sono state 288 milioni di persone, con un aumento del 20% rispetto all’anno precedente, in realtà l’aumento di pubblico registrato è stato solo dell’1,4% rispetto al precedente trimestre, quando la crescita fu del 4,7%. E infatti le attese di Wall Street erano per il periodo ottobre-dicembre di almeno 4 milioni di utenti in più (vale a dire 292 milioni di utenti).

Insomma ad affossare ulteriormente il trend negativo di crescita si aggiunge, per colpa o per sfortuna, anche Apple col suo sistema operativo iOS 8.

Una tendenza, quella del calo degli utenti su Twitter, che pone degli interrogativi seri ai responsabili della società di San Francisco su come rimediare a questa brusca frenata di utenti.

Il team sta cercando di arginare questo fenomeno in tutti i modi: Costolo tenta di convincere gli investitori che il valore di mercato di 26 miliardi del gruppo sia giustificato, e che residuano ancora delle chance di rafforzare la crescita degli utenti. L’obiettivo del CEO è di dimostrare che Twitter non ha imboccato la strada del declino, come vogliono sostenere i detrattori del social medium.

Possiamo aspettarci che vengano messe in campo varie iniziative per innovare e rinnovare il prodotto. I rumor parlano dell’accordo con Google. Un’alleanza simile a quella già in atto con Yahoo! e Bing, grazie alla quale i tweet potranno essere visualizzati dal motore di ricerca non appena pubblicati. Dunque, una sorta di ‘diretta’ che, secondo le attese, potrebbe portare all’aumento di traffico sul sito. Intanto nelle ultime contrattazioni di borsa, il titolo di Twitter è salito di oltre il 2%. C’è qualche speranza di ripresa, forse.

Aldo Palo

Exit mobile version