Social Media News

Come la comunicazione visiva è cambiata nel corso del decennio

Uno sguardo all'evoluzione della comunicazione visiva attraverso i cambiamenti nella fotografia stock

Che tipo di immagini preferisce la tua azienda per pubblicizzare i prodotti? Se sei impegnato personalmente nella scelta degli elementi visivi, sai che un potenziale acquirente è una persona che detta le preferenze in quest’area.  

La vita è in costante cambiamento, proprio come i gusti, i desideri e le abitudini del pubblico di riferimento. Nel 2020, Depositphotos, una piattaforma internazionale di foto stock, illustrazioni e video, ha analizzato i cambiamenti nella domanda di immagini ed estetica. Si è scoperto che in questi 11 anni di Depositphotos i marchi sono passati da foto di persone incredibilmente felici per la pubblicità dei prodotti a scatti che imitano i contenuti generati dagli utenti sui social network.

In questo articolo parleremo di due tendenze della pubblicità che funzionano ancora bene e aiutano a vendere, nonché di due cambiamenti evolutivi nella comunicazione visiva di cui ogni operatore di marketing e specialista SMM dovrebbe essere a conoscenza.

Proposta

Trucchi che hanno superato la prova del tempo

#1 Il contesto emotivo vende

Cos’hanno in comune le migliori foto stock scattate all’inizio del 20° secolo, le più belle foto commerciali degli archivi degli anni ’90 e il contenuto moderno dei microstock? La risposta corretta è: trasmettono tutte delle emozioni o uno stato d’animo.

I primi microstock sono apparsi negli anni 2000. Guardando gli scatti migliori di quel periodo, è possibile vedere molte scene impostate, sorrisi innaturalmente ampi e pose eccessivamente espressive. E sì, tali immagini erano davvero efficaci nella pubblicità di allora.

Anche le tipiche immagini pubblicitarie della decade del 2010 trasmettono emozioni ai potenziali acquirenti. La differenza è che le espressioni e i gesti del viso sono diventati più naturali e in linea con la tendenza dell’autenticità. Non c’è più la “famiglia felice” stereotipata che pubblicizza qualsiasi prodotto, da una bottiglia di latte a una casa sul mare. Questa rappresentazione standardizzata di successo e felicità è stata sostituita dalla prosa della vita: persone che cucinano a casa, lavorano in ufficio a un tavolo comodo e molte altre immagini contestuali.

Al giorno d’oggi, il contesto emotivo è ancora apprezzato dai professionisti del marketing. Inoltre, questo contesto è diventato più complesso. Come si sente uno studente quando incontra per caso degli amici in una caffetteria vicino a casa sua? Che aspetto hanno le piccole gioie di coloro che hanno deciso di imparare lo yoga durante il lockdown?

Father and daughter fun time

#2 Metafore al posto della semplicità

La maggior parte dei clienti degli stock fotografici sono aziende che vogliono risparmiare tempo nella produzione di un’altra campagna pubblicitaria. È una priorità per gli esperti di marketing vendere uno stile di vita ed emozioni, piuttosto che un prodotto specifico. Per questo motivo, sono sempre popolari le immagini e i video in grado di trasmettere concetti astratti come “felicità”, “gioia”, “successo sociale”, “soddisfazione della vita” e “armonia” in un modo fresco e artistico.

È improbabile che il pubblico di riferimento acquisti il tuo prodotto o ricordi il nome del tuo marchio se non capisce quali vantaggi può portare il prodotto stesso. Delle metafore accurate con elementi narrativi non solo risolvono questo problema, ma coinvolgono anche un potenziale acquirente meglio di una normale immagine del prodotto.

Le prime metafore utilizzate per la pubblicità su internet erano molto semplici. Ad esempio, l’immagine di una squadra con il pollice in alto poteva diventare una metafora della cura del servizio clienti. Nel 2020, poco è cambiato. Le metafore sono ancora richieste, sebbene siano diventate più complesse, ironiche e multistrato. Ad esempio, gli stivali sporchi simboleggiano il percorso di un’avventura, dando vita ad una storia per gli acquirenti che li spinga a comprarne un paio nuovo (pubblicità Converse e Timberland).

Nuove tendenze della Comunicazione Visiva

#3 Imperfezioni come nuovo standard di bellezza  

Non esistono persone perfette, anche se i principi del ritocco che erano popolari negli anni 2000 cercavano di dimostrare il contrario. 

Le persone hanno le rughe sul viso, i brufoli sul naso, le cicatrici sulle gambe e molto altro. Non possiamo scegliere un nuovo aspetto, quindi è ragionevole amare i nostri corpi così come sono. Molti marchi, tra cui H&M, Adidas e SPKTRM Beauty, ci hanno insegnato questo principio. Tutti hanno abbandonato il ritocco e hanno sostenuto la positività corporea nelle loro campagne pubblicitarie.

La tendenza parallela della comunicazione visiva del 2020 è l’imperfezione intenzionale delle fotografie. Le immagini della tua campagna pubblicitaria potrebbero presentare una composizione non funzionante o un’esposizione sperimentale. E c’è una ragione per questo. Perché scattare delle foto perfette se tutti sono in grado di prendere un telefono cellulare e scattare foto di alta qualità grazie all’intelligenza artificiale?

Inoltre, la “negligenza” delle composizioni fotografiche fa riferimento ai contenuti pubblicati sui social network. Più un marchio ricorda un amico che pubblica filmati della propria vita su internet, più fedele diventerà un iscritto.

#4 Celebrazione della diversità e dell’inclusione

La diversità è la tendenza principale del nostro tempo, il che significa che le immagini di minoranze nazionali, persone di generi, età e aspetto diversi sono sempre più utilizzate nella comunicazione visiva. La capacità di vedere tutte le personalità brillanti e la loro vasta gamma è un’abilità che gli esperti di marketing devono acquisire nel 2020.

Nel 2020, la libreria di foto stock di Depositphotos è stata aggiornata con milioni di immagini autentiche sul tema dell’inclusione sociale. Anche la domanda di tali contenuti tra i marchi è aumentata. Per trarre ispirazione, dai un’occhiata agli ultimi spot pubblicitari di Coca-Cola, Procter & Gamble e Google. 

Come si rendono più inclusive le comunicazioni del proprio marchio? Focalizza le campagne sui tuoi clienti, non sui prodotti. Esegui un’analisi approfondita del tuo pubblico di riferimento per determinare quale dei suoi rappresentanti può diventare il prototipo dell’eroe relativamente alla tua prossima campagna creativa.

Business people stacking their hands

Considerazioni finali 

Le comunicazioni visive stanno diventando più inclusive, liberali e personalizzate. Negli ultimi decenni, la pubblicità ha fatto un grande salto dalle rappresentazioni stereotipate di concetti generali come “felicità” e “successo” a immagini pubblicitarie che mostrano la vita ordinaria delle persone reali, con tutti i suoi difetti e quei dettagli carini che fanno la differenza.

Nel 2020, i curatori dei contenuti di Depositphotos consigliano di optare per immagini pronte per i social media e che presentano anche alcune imperfezioni. Gli eroi delle campagne sui social media possono anche essere persone reali.

Oltre a ciò, non dimenticare le tecniche testate nel tempo per una comunicazione visiva di successo. Usa le metafore e cerca di mostrare elementi visivi che comunichino emozioni sincere e momenti autentici.

di Depositphotos

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also
Close
Back to top button
Close
Close