SocialMediaLife.it

La forza del Social? Il passaparola

Le raccomandazioni Social influenzano le scelte di acquisto dei consumatori in Rete.

                                                                                               Fonte – Photopin.com

Fuori è buio, sulla mia finestra rimbalza la pioggia ed in rete riecheggiano le consuete frasi sui Social Network:

Mancano solo le consuete frasi “sulle mezze stagioni”e poi saremmo pronti per il festival delle ovvietà 

Dunque, perché i  Social stanno avendo successo?

Per svariati motivi, tuttavia ce n’è uno in particolare:

I Social Network hanno il potere di amplificare il passaparola

Il caro vecchio passaparola è la leva più forte che spinge un consumatore a decidere di fare un acquisto.

Infatti le persone si sentono più o meno coinvolte emotivamente attraverso la letture e l’ascolto di racconti ed esperienze vissute da altri.

Questo è un elemento importante da considerare in un mondo nel quale ciscuno di noi viene letteralmente bombardato da input commerciali esterni. La pubblicità è ovunque: sui giornali, TV, online.

Altri fattori  importanti sono:

In questa interessante infografica di Torben Rick – uno dei maggiori esperti Europei in ambito di Change Management – si evidenziano quanto le scelte di acquisto vengano influenzate da questi fattori.

I Social Network diventano snodi autostradali  dove i clienti condividono sempre di più le loro esperienze (siano esse positive o negative).

Di contro, sono anche il punto d’incontro con gli osservatori che leggono le recensioni dei clienti e valutano attentamente prodotti, servizi e affidabilità dell’azienda che li vende.

Pro e contro delle Social-Raccomandazioni

Occorre che le aziende si rendano conto in fretta che la qualità delle recensioni online su di esse  ha ed avrà un’influenza diretta sempre più rilevante sui loro risultati di Business.

Di conseguenza si attrezzino adeguatamente avvalendosi di professionisti in grado di gestire non solo le interazioni con i clienti attraverso i Social Network, ma soprattutto di monitorare monitorando il passaparola in rete.

Cosa sta facendo la tua azienda per tutelare la propria reputazione online?

Paolo Fabrizio

Exit mobile version