Social Media News

Ma che succede a Gaza?

Il dolore di una popolazione e la verità schermata. Quanto l’Informazione vera passa solo attraverso la Rete e i social media.

Circolano in continuazione video tra i social network che ritraggono scene cruente relative a questi giorni di guerriglia tra Israele e Palestina.

Guerra Israele e Palestina

I social media sono diventati il mezzo più rapido di diffusione di notizie, soprattutto di cronaca e senza censura, anche se a volte tutto può apparire “esagerato”. Vi assicuro, che nelle scene che stanno girando sulla questione palestinese, non c’è nessuna esagerazione. Una guerra che, come prassi vuole, sconvolge principalmente la vita dei civili, perché a farne le spese sono sempre gli innocenti. Per non parlare della crudeltà con la quale gli israeliani puntano a uccidere soprattutto bambini, colpevoli di essere il “futuro” palestinese. Se avete qualche dubbio (e soprattutto coraggio), dato che il contenuto potrebbe urtare la vostra sensibilità, guardate qui e qui.

Proposta

Guerra Palestina

Ma qualcuno si chiede perché questi video e queste immagini siano reperibili solo nei social network? Perché i giornali non parlano di queste barbarie? Perché non mostrano queste immagini? Perché la notizia è interessante solo se si uccidono israeliani? Qual è la verità? E quanto dovranno continuare a soffrire e morire persone innocenti?

Foto Palestina in guerra

Pensare che il carnefice di oggi, Israele, era la vittima di ieri. Rivendicano ancora i loro diritti contro l’Olocausto, ma a cosa è servito tanto dolore dei loro nonni, padri, se ad oggi con terribile e abominevole crudeltà stanno violando i diritti di altre persone? Cosa hanno imparato dalle loro esperienze passate gli israeliani, gli ebrei? Non è bastato invadere la terra altrui con forza, stanziarsi con aggressività fisica e psicologica, togliere diritti e beni necessari alla sopravvivenza di altri?

Combattere per una striscia di terra, Gaza. Forse avrò ridotto ai minimi termini la questione, ma non riesco a fare altrimenti, purtroppo vedo solamente sangue e morte. Non vedo vincitori, né vinti e nemmeno l’importanza di questo pezzo di terra che sta creando una guerra ingiustificabile.

Rimangono, invece, solo tante domande. La Storia è fatta di corsi e ricorsi, ma le immagini restano impresse sul Web, a futura memoria… si spera!

Marialuisa Allocca

Tags

Marialuisa Allocca

Laureata in Scienze dell'Educazione. Attualmente frequenta il corso di laurea magistrale in Formazione Continua. Appassionata di tecnologie per l'istruzione e del mondo web in genere. Sensibile alle problematiche dei giovani e cosciente di possedere un'incisiva empatia. Devota alla musica e al cinema. Finemente vanitosa, tanto da interessarsi al campo della moda e del make up aggiornandosi e seguendo i fashion blog più in voga.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also
Close
Back to top button
Close
Close