SocialMediaLife.it

Nazionale Italiana e Social Media

A pochi giorni dall’inizio del Mondiale di Calcio in Brasile, Blogmeter pubblica i dati sul rapporto tra Azzurri e Social Network.

Tutto pronto o quasi per il fischio d’inizio di FIFA 2014. Quello che ci si appresta a seguire sarà il primo Mondiale di Calcio veramente social oriented, dopo che la democratizzazione e massificazione del fenomeno social ha coinvolto gran parte del Pianeta. Avevamo già avuto modo di assistere alle prime Olimpiadi in salsa Social (Londra 2012) e a quelle, espressamente dichiarato dal Comitato Olimpico, assolutamente mediatiche (Sochi 2014).

Ma cosa ci aspetta dal connubio Mondiale di Calcio e Social Network?

Da un lato, uno degli eventi mass mediatici più seguito di sempre, da l’altro, un fenomeno netnografico che giorno dopo giorno continua la sua opera di proselitismo globale. E l’Italia? Come si presenta il Bel Paese alla vigilia di Brasile 2014?

Ce lo dice l’indagine condotta da Blogmeter, e più nello specifico, dalla divisione Social Celebrities, l’osservatorio inaugurato dall’azienda leader nella social media intelligence e finalizzato ad analizzare valore e potenzialità dei personaggi dello sport, dell’industria, della comunicazione e dell’entertainment nel settore della Comunicazione.

La valorizzazione del potenziale online delle celebrità – spiega Sacha Monotti Graziadei, CEO di Blogmeter – sta diventando una esigenza imprescindibile per scegliere i testimonial più efficaci e misurare i risultati ottenuti dalle attività di marketing delle aziende sui social. Abbiamo scelto di misurare il potenziale dei giocatori della Nazionale per lanciare questo nuovo osservatorio perché crediamo che il mondo del calcio e dello sport in generale abbia grandi margini di sviluppo in questo senso.

La ricerca ha avuto luogo dal 10 maggio al 3 giugno 2014 e lo scopo ultimo è stato appunto analizzare il posizionamento online dei giocatori della nazionale italiana di calcio in lizza per un posto per un posto tra i 23 convocati di Mister Prandelli ai Mondiali 2014.
Sono stati vagliati oltre 815 mila messaggi sulla Nazionale italiana e analizzato oltre 1,7 milioni di interazioni, all’interno delle principali piattaforme social in Italia.

Ebbene, il risultato ha mostrato un rapporto fatto di luci e ombre. L’Italia, manco a dirlo, si presenta alquanto in ritardo in fatto di Comunicazione. Tra i 23 convocati a vestire la magli Azzurra emergono i seguenti dati:

Chi sono i giocatori più efficaci sui social network?

Marchisio e Buffon i top players tra la rosa finale. La loro capacità di engagemnt si esprime al meglio su Facebook e Twitter. Buffon vanta inoltre un sentiment molto positivo (per il 69% dei messaggi che lo riguardano).

Tutt’altro discorso per Mario Balotelli, che dimostra di essere il migliore per capacità di reach (persone contattate) con oltre 9,2 milioni tra fans e followers su Facebook e Twitter, (tre volte quelli di Buffon, secondo in classifica), ma al contempo si contraddistingue per un sentiment prevalentemente negativo e engagement minimo. SuperMario è anche il giocatore di cui si parla di pù in Rete. Secondo Blogmeter, circa 144 mila messaggi hanno avuto come topic Balotelli, il 54% in più rispetto a Chiellini.

Non se la passa bene neppure il CT Prandelli alla voce “passaporola” (oltre 164 mila messaggi), con un sentiment prevalentemente negativo (59% contro un 41% di messaggi a contenuto positivo), conseguenza anche delle polemiche post convocazioni (ndr. l’esclusione di Rossi).

Questo il giudizio finale espresso dagli utenti sulle prestazioni della Nazionale Italiana sul Web! Non ci resta dunque che sperare nella sola performance sportiva, e che porti dunque gli Azzurri nella vera Rete che conta, una volta iniziata questa nuova avventura!

Tommaso Lippiello

Exit mobile version