Social Media News

Personalità: aggressività e social

Molestie nei social sempre in aumento. Quando la rabbia è più facile utilizzarla online.

Un problema in aumento con l’era della conoscenza e l’utilizzo dei social media è sicuramente l’aggressività gratuita e i toni poco formali e pacati nei commenti o in chat. Ma perché preferiamo essere aggressivi online? La risposta è insita, certamente, nella facilità con la quale possiamo mascherarci nei social networks.

Capita spesso di trovarci protagonisti o di assistere a dei veri e propri soprusi e a delle mancanze di rispetto ed eleganza tra commenti o conversazioni online. Tutto, più o meno, inoffensivo se questi atteggiamenti si fermano alle parole scritte al di là di uno schermo. Ma sempre più spesso, a testimonianza di ciò, addirittura casi di cronaca, le parole prendono forma in atti di pura violenza.

La facilità della molestia web è creata dalla semplicità di reperimento della vittima e soprattutto dalla certezza di non dover assumersi la responsabilità di certi atteggiamenti, o almeno la privacy di cui si può scegliere di godere.

Proposta

PEW RESEARCH

Di questa problematica si è occupato il Pew Research, secondo l’indagine tra i 3 e 4 utenti internet negli Stati Uniti hanno visto almeno una volta qualcuno essere vittima di molestie on-line e il 40% sono personalmente stati coinvolti in molestie online. Inoltre, più della metà degli utenti perseguitati online sono stati sottoposti a forme lievi di molestie, come insulti o scherni; mentre il 18% sono stati vittime di molestie gravi come stalking o minacce fisiche.

L’età media delle vittime di molestie online si aggira tra i 18 e i 29 anni, questa fascia d’età è oggetto di maggiore attenzione rispetto a questa tipologia di problematica, rispetto al complesso degli utenti attivi nei social.

Aggressività e Molestie sui Social Network

Bisogna però ricordare chele molestie online sono ormai legalmente perseguibili, quindi invito chiunque a denunciare questo genere di vessazioni già in entità minime, rivolgendosi alle autorità competenti. Certo è chiaro che non bisogna sensibilizzare allarmismi “inutili”, o meglio accettare una battuta o del sarcasmo è lecito, reagire contro delle ingiurie o delle molestie web o fisiche e psicologiche è un dovere.

Per ulteriori informazioni potete documentarvi qui.

Maria Luisa Allocca

Tags

Marialuisa Allocca

Laureata in Scienze dell'Educazione. Attualmente frequenta il corso di laurea magistrale in Formazione Continua. Appassionata di tecnologie per l'istruzione e del mondo web in genere. Sensibile alle problematiche dei giovani e cosciente di possedere un'incisiva empatia. Devota alla musica e al cinema. Finemente vanitosa, tanto da interessarsi al campo della moda e del make up aggiornandosi e seguendo i fashion blog più in voga.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close