SocialMediaLife.it

Teletopi 2015, gli oscar del videostorytelling

Il riconoscimento dedicato alle migliori web tv italiane si rinnova e dà spazio ai migliori progetti di videonarrazione in rete. Vuoi proporre un progetto? Hai tempo fino al 30 ottobre.

Il contest Teletopi, nato come riconoscimento per le migliori web tv italiane, arriva all’ottava edizione e decide di rinnovarsi per restare al passo coi tempi. Apre le porte a tutte le realtà in grado di raccontare storie coinvolgenti attraverso video in rete e il motivo di questa scelta di cambiamento è ben spiegato nel messaggio del presidente di giuria Carmen Lasorella.

Con l’edizione 2015 dei Teletopi, allora, vorremmo provare a far convergere l’esperienza Web Tv verso le formule di comunicazione del momento, le più efficaci, le più suggestive. […] Anche in questo caso, non è una visione nuova (ricordate gli zibaldoni, le corrispondenza a puntate di una volta o in tempi più recenti, le serie televisive fatte di episodi diversi, che attingono alle cronache del momento?) ma la differenza la faranno i mezzi di cui oggi disponiamo, mezzi che consentono di reinterpretare ogni formula.

Alla ricerca dei migliori progetti in rete sono gli studenti del laboratorio di social web tv del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna. Una volta selezionati i migliori cinque lavori, verranno sottoposti al vaglio di una giuria di esperti e critici televisivi formata da: Cinzia Bancone (Tv Talk – Rai3), Alessandra Comazzi (La Stampa), Giovanna Cosenza (Università di Bologna), Luca De Biase (Sole24Ore), Gabriele Di Matteo (Repubblica Affari&Finanza) il già citato presidente di giuria Carmen Lasorella.

 

I progetti che parteciperanno al concorso saranno suddivisi in quattro le categorie:

Per proporre il proprio progetto è necessario segnalarlo attraverso l’apposito form entro il 30 ottobre 2015 o via mail a info@teletopi.it. Come da programma, la consegna del premio avverrà venerdì 11 dicembre presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna.
In bocca al lupo a tutti i partecipanti e che vinca il migliore!

Marica Mastroianni

Exit mobile version